chiudi  
   
 
Titolo:
 
Regista:
 
Protagonisti:
 





RE GRANCHIO

un film di

ALESSIO RIGO DE RIGHI
e
MATTEO ZOPPIS

regia
ALESSIO RIGO DE RIGHI
MATTEO ZOPPIS
soggetto 
ALESSIO RIGO DE RIGHI
MATTEO ZOPPIS
TOMMASO BERTANI
CARLO LAVAGNA
sceneggiatura
ALESSIO RIGO DE RIGHI
MATTEO ZOPPIS
aiuto regia 
NICOLA NICOLIS DI ROBILANT
costumi ANDREA CAVALLETTO
scenografia
FABIO FERRARA
MARINA RAGGIO
supervisione alla scenografia
FABRIZIO D’ARPINO
suono
LEANDRO CATRIEL VILDOSOLA
musica VITTORIO GIAMPIETRO
montaggio ANDRÉS PEPE ESTRADA
cinematografia SIMONE D’ARCANGELO

una produzione RING FILM
con RAI CINEMA
e con
VOLPE FILMS, WANKA CINE, SHELLAC
prodotto da
TOMMASO BERTANI
EZEQUIEL BOROVINSKY, AGUSTINA COSTA VARSI
MASSIMILIANO NAVARRA, THOMAS ORDONNEAU

distribuzione italiana
ISTITUTO LUCE - CINECITTÀ
distribuzione internazionale
SHELLAC

con il sostegno di
MiC - Direzione Generale Cinema
REGIONE LAZIO
Avviso pubblico Lazio Cinema International 2018
Attrazione produzioni cinematografiche
(POR FESR LAZIO 2014-2020)
Progetto cofinanziato dall’Unione Europea
con il sostegno del
Centre National du cinéma et de l'image animée
e della DGC del MiC
con il sostegno di
INCAA
Opera realizzata con il contributo di Ibermedia
Film sviluppato nell’ambito del Venice Production Bridge - Gap Financing Market 2019
Menzione Speciale della Giuria - L’Atelier di post-produzione dei Milano Industry Days 2020

 
anno di produzione 2021
una co-produzione
ITALIA-ARGENTINA-FRANCIA
durata 105’  
lingua italiano, spagnolo


CAST ARTISTICO

con
GABRIELE SILLI
MARIA ALEXANDRA LUNGU 

con in ordine di apparizione
ERCOLE COLNAGO 
BRUNO DI GIOVANNI
GIOVANNI MORICHELLI
RENATO STERPA
SEVERINO SPERANDIO
ECCELSO CASSANELLI
DOMENICO CHIOZZI
CLAUDIO CASTORI 
UGO FARNETTI
ENZO CUCCHI 
ALESSANDRO CICORIA
MARIANO ARCE
DARÍO LEVY
JORGE PRADO
DANIEL TUR
FERNANDO ALMIRÓN

un film di ALESSIO RIGO DE RIGHI e MATTEO ZOPPIS

Italia, giorni nostri. Alcuni vecchi cacciatori ricordano insieme la storia di Luciano.
Tardo Ottocento, Luciano è un ubriacone che vive in un borgo della Tuscia. Il suo stile di vita e la sua ribellione al dispotico principe locale lo hanno reso un reietto per il resto della comunità.
In un estremo tentativo per proteggere dal principe la donna che ama, Luciano commette un atto scellerato che lo costringe a fuggire in esilio nella Terra del Fuoco.
Qui, la ricerca di un mitico tesoro, al fianco di marinai senza scrupoli, si trasforma per lui in un’occasione di redenzione. Ma la febbre dell’oro non può seminare che tradimento, avidità e follia in quelle terre desolate

.

 
 
  pressbook   rassegna stampa
           
  clip video    
 



 

 

photogallery

 

 
clip video
 
 
 

 

Kinoweb.it - a cura di Viviana Ronzitti e Fabrizio Giometti - Via Domenichino 4 00184 ROMA - P.IVA 09419491007