chiudi  
   
 
Titolo:
 
Regista:
 
Protagonisti:
 


GLI UOMINI DI QUESTA CITTA'
IO NON LI CONOSCO
Vita e teatro di Franco Scaldati

un film documentario di
FRANCO MARESCO


regia FRANCO MARESCO
soggetto e sceneggiatura 
FRANCO MARESCO
CLAUDIA UZZO
collaborazione alla sceneggiatura
FRANCESCO GUTTUSO
direttore della fotografia
TOMMASO LUSENA DE SARMIENTO
montaggio 
FRANCO MARESCO
FRANCESCO GUTTUSO
supervisione al montaggio
EDOARDO MORABITO
aiuto regia e ricerca d'archivio
GIULIANO LA FRANCA
suono LUCA BERTOLIN
musiche originali
SALVATORE BONAFEDE
scenografia
CESARE INZERILLO, NICOLA SFERRUZZA
assistente regia
BERNARDO GIANNONE, DARIO CIULLA
direttore di produzione UGO POLIZZI

prodotto da
REAN MAZZONE e ANNA VINCI
una produzione

ILA PALMA - DREAM FILM
in collaborazione con
RAI CINEMA
e la COMPAGNIA di FRANCO SCALDATI
con il sostegno della
REGIONE SICILIANA
Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo
Ufficio speciale per il Cinema e l’Audiovisivo

nazionalità ITALIANA
anno di produzione 2015
durata film 115’
formato 16:9 | colore

con
FRANCO SCALDATI

(in ordine alfabetico)
ROBERTO ANDÒ
LETIZIA BATTAGLIA
GASPARE CUCINELLA
MIMMO CUTICCHIO
EMMA DANTE
GOFFREDO FOFI
MELINO IMPARATO
MARIO MARTONE
GIUSEPPE TORNATORE
ROBERTA TORRE
VETRANO E RANDISI
e
MATTEO BAVERA
UMBERTO CANTONE
GINO CARISTA
PIETRO CARRIGLIO
ELIO DE CAPITANI
ANTONELLA DI SALVO
AURORA FALCONE
I FRATELLI FERINA
TOTI GIAMBERTONE
PAOLO E VANNINA LA BRUNA
EMILIANO MORREALE
GABRIELE E GIUSEPPE SCALDATI
COSIMO SCORDATO
NINNI TRUDEN
VALENTINA VALENTINI



un film documentario di FRANCO MARESCO

La vita e l’opera di Franco Scaldati, una delle figure più significative della seconda metà del novecento europeo che ci ha lasciati nel 2013.
Resta, nella sua opera, l’irripetibile rappresentazione di un’umanità marginale, sconosciuta e ormai scomparsa nella sua essenza.
Il suo percorso è stato sinonimo di radicalità e impegno nel farsi portatore di un’idea di teatro lontana dagli schemi tradizionali. Una voce forte, contro l’ipocrisia del “potere”, che in un incontro con Maresco affermava: “Tutto sommato, vorrei essere la coscienza critica del teatro italiano. Vorrei essere la spina nel fianco, ma so che gli altri se ne fregano e non mi considerano tale. [...] Un teatro che sia portatore di poesia, poesia violenta, che chiede implicitamente un cammino più solidale fra gli uomini..." segue nel pressbook
 
 
  pressbook   rassegna stampa  
 

 


 

 

 

photogallery

 

 
clip video
   

 

 
 
 

 

Kinoweb.it - a cura di Viviana Ronzitti e Fabrizio Giometti - Via Domenichino 4 00184 ROMA - P.IVA 09419491007